Author archives: Daniele Zarrillo

La grande fuga… dall’Ania!

Sembra un film, un evento… Ma è davvero così? O vuole essere solo uno sprono per determinate fazioni politiche pro-assicurative a darsi da fare e a far approvare decreti, emendamenti, “controriforme” a favore delle Compagnie, ossia dei soliti poteri forti?   Già, perché l’UnipolSai che lascia l’Ania sembra molto strano. Sembra che non ci siano

STAVOLTA QUATTRO CHIACCHIERE LE FACCIAMO CON I SENATORI…

Ancora quattro chiacchiere? Sì. Forse perché gli interessi in gioco vanno oltre la nostra comprensione, oltre quello che secondo l’id quod plerumque accidit è considerato giusto, corretto, sano. La libertà di concorrenza e di mercato è sacrosanta. Il Gruppo SI ne ha fatto bandiera insieme a molti.   Di recente abbiamo scambiato la nostra opinione

LA SCELTA DI CAMBIARE…

Dopo aver pubblicato un articolo forse abbastanza scomodo per alcuni, ma necessario (lo trovate qui), siamo senz’altro felici di vedere le Confederazioni, da sempre preposte alla tutela dei propri associati, tornare sui propri passi. Sì, perché una svolta al cammino intrapreso era necessaria, anche dinanzi all’ennesimo disegno di legge che alcuni irriducibili politici innamorati delle

La giustizia tuona a colpi di cannone a Bologna!

Dopo Torino e Prato anche Bologna alza la testa contro lo strapotere assicurativo, fa tesoro di quanto stabilito dalla Corte Costituzionale e si pronuncia contro la validità dei mandati CARD e degli interventi volontari da parte delle Assicurazioni. Ecco pertanto la sentenza in questione. La presente giunge interessante e di valido ausilio, affinché le Compagnie non sentano

Verso una proposta di legge, verso una vera riforma

Il 09/04 u.s. a Montecitorio, nell’Auletta dei gruppi parlamentari, si è svolto un importante passo avanti verso la realizzazione di un libero mercato nel settore della Responsabilità Civile Auto: è stata presentata difatti una proposta di legge che prende particolarmente spunto dalla oramai definita Legge Hamon, che in Francia ha portato a fare un passo

Storia di ordinaria ingiustizia, l’A.N.E.I.S. aiuta a fare chiarezza sulla corresponsabilità

Novembre, di qualche anno fa. Forse per disattenzione, forse perchè:” ma chi vuoi che passi a quest’ora, vabbè, tanto è lontano, ho abbastanza tempo per passare”… Poi lo schianto, terribile, inaspettato, impossibile da prevedere eppure… reale… così reale che spegne tutto, i sogni, la realtà, il mondo. Dopo 28 giorni di coma Davide si risveglia

Sei stato Danneggiato?