Rc Auto: la pizza regalata dall’Ania la pagano le carrozzerie chiudendo!

Soluzione InfortunisticaNewsRc Auto: la pizza regalata dall’Ania la pagano le carrozzerie chiudendo!

Il 16 febbraio di quest’anno il presidente dell’Ania (associazione nazionale imprese assicuratrici) in un’intervista resa a Radio 24 parla tranquillamente dei costi delle polizze assicurative.

Interessante è verificare come la colpa del caro polizze nel settore RC Auto, secondo il presidente, è sempre di tutti i carrozzieri, identificati e tacciati di essere truffatori.

Fa sorridere che Minucci dichiari che, dinanzi ad un costo medio delle polizze italiane superiori di oltre 300 euro rispetto al resto dell’Europa, il DDL Concorrenza farà risparmiare addirittura 25 euro a polizza!!!

Chiediamo scusa, ma ripetiamo ancora: polizze superiori di oltre 300 euro, riduzione promessa di 25 euro…

Ancora più interessante è l’idea di carrozzeria che trapela dalle parole del rappresentante dell’associazione delle Compagnie assicuratrici, che vede nel futuro di oltre 70.000 professionisti, tra artigiani e operatori di settori collaterali, la trasformazione in CENTRO COMMERCIALE!

Permetteteci di spiegare meglio. L’obiettivo delle Compagnie di Assicurazioni, a nostro avviso, non vuole essere quello di allinearsi al costo medio europeo, poiché regalare una pizza l’anno ad ogni assicurato non colma il divario di 300 euro di cui abbiamo parlato.

L’obiettivo reale è quello di entrare in un mercato, nello specifico della riparazione dei veicoli, per loro molto interessante.

Vediamo brevemente alcuno spunti di riflessione:

  1. Il danneggiato sarà costretto a dover pagare una polizza RC Auto non regolamentata ministerialmente, ma decisa da un privato che vive di questo (potrà mai davvero abbassere il costo a favore dell’utenza?);
  2. il danneggiato, che paga la propria auto col sudore della sua fronte, non sarà libero di ripararla a mestiere e con la qualità scelta da lui, ma obbligatoriamente decisa dalla Compagnia assicuratrice (se sceglie un carrozziere diverso dovrà pagare lui la differenza);
  3. i carrozzieri, indipendenti o fiduciari delle Compagnie, avranno una stretta sul costo di manodopera ancor maggiore (oggi la media è 20 euro di costo orario, contro 35-40 euro per gli indipendenti che lavorano a regola d’arte e che smaltiscono regolarmente rifiuti, pagando in regola tutti i dipendenti e i fornitori, contribuendo al benessere economico dello Stato!)

Se il DDL Concorrenza passerà così come viene proposto le carrozzerie cesseranno di esistere nel breve e lungo termine. Quelle che sopravvivranno non avranno più lavoro, poiché le Compagnie stesse apriranno (e già avviene da oltre un anno, ricordate gli HUB bolognesi?) le proprie carrozzerie, prendendo carrozzieri formati alla bell’e meglio con stipendio minimo (altro che artigiani professionisti!).

Ognuno di noi ha un grande potere nelle proprie mani: non cedete mai i vostri diritti, non rinunciate alla qualità delle riparazioni per i vostri veicoli.

25 euro di sconto sulla polizza? Anche fossero 100 euro in un anno, vale davvero la pena rinunciare ai propri valori per 8,8 euro al mese?

Quando rinnoverete le vostre polizze ragionate su questo.

E tu carrozziere: INFORMI I TUOI CLIENTI SU QUESTO ENORME INGANNO ALL’ITALIANA?

Leave Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Sei stato Danneggiato?